Piatti tipici delle Marche

Da Nord a Sud d'Italia, isole comprese, è tutto un susseguirsi di piatti tipici,preparati con prodotti tipici del luogo. Cos'è un prodotto tipico innanzitutto? E' un prodotto che ha un'area geografica di provenienza e produzione circoscritta, ben nota, che assume da li la connotazione di prodotto tipico e a seguire il nome. Ad esempio il carciofo di Paestum,la ciliegia di Marostica,gli asparagi di Bassano,etc. Con questi prodotti tipici si preparano piatti della tradizione, e qui in specifico vogliamo parlare dei piatti tipici delle Marche. Quali sono i piatti tipici delle Marche? I piatti variano molto da una zona all'altra della regione, ma il tratto che li accomuna è la bontà e la genuinità. Mangiare nelle Marche sarà un vero piacere. Piatto sovrano per eccellenza sono i vincisgrassi. I vincisgrassi si preparano in tutte le cinque province delle Marche, anche se trovano nella provincia di Macerata il suo apice. Cosa sono questi vincisgrassi? Un nome complicato, difficile a pronunciarsi perchè sembra uno scioglilingua, che però è sinonimo di specialità culinaria. E' una pasta al forno preparata con sfoglie rigorosamente tirate a mano, che vanno sovrapposte, e guarnite, tra uno strato e l'altro con un sugo rosso, che prevede l'utilizzo di determinati tipi di carne; un piatto che ha molta lavorazione. Dove mangiare questi vincisgrassi? A Tolentino, in provincia di Macerata, potete assaggiare questo piatto nel ristorante storico "La Cisterna", uno dei ristoranti a Tolentino dove la tradizione è di casa.Se ci spostiamo più verso l'anconetano qui parliamo di pesce, tra cui spicca il baccalà all'anconetana. Una ricetta dove il baccalà (e/o stoccafisso) viene preparato con odori come la cipolla,aglio prezzemolo,pepe,peperoncino,filetti di alici e pomodori. Da leccarsi i baffi! Dove gustare questa specialità? All'osteria Strabacco, Ancona,dove dal 1978 lo stoccafisso all'anconetana è di casa.E poi possiamo continuare con il mitico brodetto di pesce di Fano,dove gustarlo? Alla trattoria Quinta, a Fano, osteria dove i piatti tipici delle Marche sono ben serviti.E poi ancora le olive all'ascolana e il fritto di pesce nell'ascolano,e poi il piccione ripieno,gli spaghetti cacio e pepe, i "ceci co li quadrucci",la coratella con le uova,i cappelletti, e poi ancora la crema dolce fritta,spaghetti con sarde,li "carciù" ,e li maccherù de lo batte. E delizia su delizia una bella fetta di "ciausculu" da spalmare sul pane. Un salume dalla pasta molle, che si ottiene  dala  polpa di spalla, pancetta e prosciutto . Un composto che viene  tritato per ben tre volte ,unitamente al sale, pepe, aglio  vino e aromi naturali. Una specialità di Visso, nell'alto maceratese. Il ciauscolo andava quasi sempre a chiudere il pasto del contadino, che amava andare a letto sazio. Quanti sapori, quanti piatti tipici questa terra sa offrire, venite ad assaporrae i piatti tipici delle Marche, ogni occasione è ghiotta.

  • Condividi > 
  • Ok Notizie
  • Microsoft Live
  • Delicious
  • Digg
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmark
  • Badzu
  • Reddit
  • Technorati
  • Yahoo Bookmark